blog.punkabbestia.com
[ start | index | login or register ]
start > canapa > 3-6_Lavori complementari
LAVORI COMPLEMENTARI

Dal trapianto alla fioritura le piante di canapa avranno bisogno di relativamente pochi lavori complementari. D'altronde, un attenzione costante sarà necessaria per il buon andamento del raccolto.
Come prima cosa non bisogna mai lasciare che le piante soffrano per la siccità. D'estate, in pieno ciclo vegetativo, una singola pianta di canapa può traspirare fino a 20 e più litri di acqua al giorno.
Le radici della canapa arrivano molto in profondità per la ricerca d'acqua, ma, soprattutto nelle prime fasi dello sviluppo, la mancanza d'acqua nel terreno potrebbe causare gravi problemi alle piante, fino alla loro morte. In mancanza di pioggia (ogni cm. di pioggia equivale a 10 litri per m2 , e in più tutto il terreno circostante viene a essere irrigato), dal momento del trapianto in poi, sarà necessario dare a ogni minipiantagione, a seconda del terreno e delle condizioni climatiche, almeno 20-50 litri d'acqua ogni 2-3 giorni, fino a quando le piante avranno sviluppato un buon apparato radicale (almeno 3 settimane).
Dopo questo periodo, sempre in mancanza di pioggia, si potrà irrigare ogni settimana per il mese seguente e poi ogni:1 0- 15 giorni fino alla fioritura. Più acqua è disponibile nei mesi caldi, meglio è per le piante, ma a volte per problemi di "sicurezza" (anche nei posti dove è concesso coltivare canapa, questa potrebbe essere sempre una "tentazione"), è preferibile non visitare le nostre minipiantagioni troppo di frequente. Dopo ogni irrigazione si dovrà rompere la crosta formatasi sullo strato superficiale del terreno e rincalzare leggermente la terra intorno a ogni singola pianta.
Il versare molta acqua nel terreno scioglie i principi nutritivi presenti e, in parte, li porta fuori della portata delle radici delle nostre piante. Sarà necessario rimpiazzare questi nutrimenti con altri fertilizzanti che possano essere prontamente utilizzati. Una sana, costante e progressiva crescita è indice di buona disponibilità di fertilizzanti. Carenze nutrizionali potranno manifestarsi con clorosi fogliare, ritardi nell'accrescimento, minor resistenza alle malattie e alla competizione con altre specie vegetali.
Si dovrà fare altresì attenzione alle erbacce (soprattutto all'inizio), che potrebbero soffocare le giovani pianti ne, e all'accrescimento della vegetazione circostante la minipiantagione, che potrebbe ombreggiare eccessivamente le piante durante la loro crescita.
Verso la sesta settimana di vita, alle piante di canapa per la produzione di resina può essere asportata la parte apicale (la parte di stelo con le ultime 4 foglioline) per stimolare la produzione di rami e modificare la forma della pianta. La prima cimatura può essere seguita da una successiva, sulle branche (rami) principali, 3-4 settimane dopo. È importante, se si sceglie di farlo, cimare soltanto nelle prime fasi dello sviluppo per non ritardare la fioritura.
Nelle parti apicali delle piante esiste un tessuto chiamato "meristema", che funziona come un orologio per la fioritura, e che, se asportato, necessita di 8-10 giorni per riformarsi. Quindi asportandolo si ritarda la fioritura della pianta per il tempo necessario alla formazione di un nuovo tessuto.
Molti coltivatori preferiscono mantenere la pianta intatta e ritengono che ogni intervento di potatura sulle piante produca una minor resa finale e un ritardo nella fioritura (che in certi casi potrebbe avere effetti disastrosi). Altri si accorgono che con la cimatura si può ridurre l'altezza finale e modificare la forma delle piante, rendendo queste ultime meno riconoscibili; e pensano che la resa finale possa addirittura essere aumentata (fig.9).
A parte l'asportazione di parti della pianta eventualmente danneggiate o malate e quella eventuale dei rami più bassi che non si sono potuti sviluppare, ogni altro intervento di potatura è da sconsigliare.
Esiste la credenza errata, da parte di molti coltivatori, che l' asportazione di buona parte dell' apparato fogliare dia una resa migliore in fiori. La foglia è il polmone della pianta e la sua presenza è indispensabile.

Image9

Togliendo le foglie si avrebbe come risultato soltanto una fioritura precoce ed un nanismo nei fiori. Le foglie, lasciate intatte, al momento della maturazione ingialliranno e cadranno da sole; ed a questo punto le sostanze nutritizie in esse presenti( amidi,sali, ecc.) saranno emigrate nelle infiorescenze. I fiori potranno svilupparsi e accrescere di gran lunga la resa finale.
Nelle cv. da fibra in genere dopo la semina non si fa seguire alcun lavoro complementare.
In quelle da seme (a semina più rada) si può eseguire una sarchiatura e un rincalzo nei primi stadi dell'accrescimento delle piante.
Per la coltivazione indoor l' irrigazione può essere completamente automatizzata, tramite sistemi d' irrigazione esistenti in commercio o facilmente realizzabili (è sempre meglio almeno vedere come funziona un impianto del genere, dove già esistente, prima di procedere alla sua messa in opera); oppure manuale. Importante comunque è che il terriccio venga sempre mantenuto umido. Nell' acqua usata per l'irrigazione verranno disciolti, in momenti diversi, i diversi fertilizzanti necessari alle mutate esigenze delle piante nelle fasi dello sviluppo (vedi pago 2123).in locali chiusi, è necessario un ricambio continuo d'aria: sia per evitare la formazione di muffe e funghi, sia perchè altrimenti le piante ben presto consumerebbero tutta " anidride carbonica presente nel" aria del locale e si bloccherebbe il loro sviluppo. Non è sufficiente un ventilatore che mantenga l'aria in movimento, ma è necessario un estrattore, che sia in grado di rinnovare l'aria del locale in cinque minuti (ad es., per un locale di 30 metri cubi sarà necessario un estratto re che abbia una capacità di almeno 350-500 m3/ora). La temperatura dell' aria ideale per la crescita e la fioritura è compresa fra i 25 e i 30 gradi centigradi.Sempre in caso di coltivazioni indoor è necessaria, alla fine di ogni ciclo di coltivazione, la pulizia e la sterilizzazione dell' ambiente di crescita e di fioritura, dei vasi, degli irrigatori, e di tutto il materiale e gli attrezzi usati per la coltivazione. Con una pulizia accurata si eviteranno la maggior parte dei problemi connessi con la presenza di parassiti come insetti, muffe o funghi.

back to canapa

Configure this box!

  1. Login in
  2. Click here: snipsnap-portlet-1
  3. Edit this box
Help
For hints about formatting text see snipsnap-help.

Logged in Users: (0)
… and a Guest.



< June 2010 > (3-6_Lavori comple...)
SunMonTueWedThuFriSat
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Blogrolling:
>>Langreiter
>>Earl
>>henso
>>Java Blogs
>>Rickard

XHTML 1.0 validated
CSS validated
RSS 2.0 validated
RSS Feed

Powered by SnipSnap 1.0b2-uttoxeter


15px-Copyleft.svg>>punkabbestia