blog.punkabbestia.com
[ start | index | login or register ]
start > canapa > Fioritura
FIORITURA

La fioritura sarà la fase più importante della vita delle nostre piante. In natura questo periodo potrà durare diversi mesi, ma indoor saranno importanti tempi molto più rapidi, fra le 7 e le 12 settimane al massimo. Il fattore principale che influenza l'entrata in fioritura della canapa é il fotoperiodoalternanza di ore di luce e buio).

All'aperto il fotoperiodo e i cambiamenti stagionali sono determinati dalla latitudine. Nell'emisfero Nord, dal tropico in su, il giorno comincia ad essere più lungo della notte dopo l'equinozio di primavera (21-23 marzo, tempo per la semina), e le ore di luce continuano ad aumentare fino al solstizio d'estate (21-23 giugno, 15-18 ore di luce al giorno andando verso Nord).

In luglio le giornate ricominciano ad accorciarsi, e la canapa comincia a fiorire e a produrre resina. Con l'accorciarsi delle giornate le piante aumentano la produzione di fiori, la produzione di THC aumenta fino ad un periodo di massima concentrazione in ottobre e novembre, dopo l'equinozio d'autunno (21-23 settembre, 12 ore di luce e 12 di buio, fotoperiodo che stimola una maturazione completa delle infiorescenze nella maggior parte delle varietà di cannabis). Quando la luce del giorno comincia ad essere meno di lO ore (dicembre) la produzione di resina rallenta e si arresta.

Le varietà da resina importate da zone subtropicali ed equatoriali, soggette ad un ciclo di luce e oscurità quasi costante, con piccoli cambiamenti durante l'anno, spesso iniziano a fiorire dopo l'equinozio autunnale, perché abituate a non più di 13 ore al giorno. La fioritura della canapa dipende non dalla lunghezza del giorno, ma dalla durata della notte. Interruzioni anche brevissime della fase di oscurità porterebbero a ritardi, allungamento delle infiorescenze (invece di essere compatte), interruzione della fioritura e fenomeni marcati di ermafroditismo.

In natura l'allungarsi della notte é progressivo, ma nelle coltivazioni in interni un cambiamento brusco, con il passaggio immediato da 6 ore a 12 di oscurità, stimolerà una fioritura più rapida (ricordiamoci sempre che indoor la rapidità dei cicli di sviluppo é un fattore molto importante) ed un altrettanto rapida maturazione.

Per la fioritura le esigenze delle piante cambieranno: una luce con più rosso nello spettro (2-3000 °K) stimolerà una maggior produzione di fiori e la formazione di infiorescenze più compatte. L'intensità della luce stessa potrà arrivare a 50000 e più lumen per metro quadrato (altro fattore che aumenta il metabolismo delle piante e quindi accelera la fioritura e la rende più cospicua). Le lampade migliori sono quelle ad alta pressione di sodio (la miglior resa attualmente é data dalle lampade da 600 Watt).

Riguardo alle esigenze in nutrimenti, ricordiamoci che un'ampia disponibilità di fosforo é necessaria per la formazione dei fiori e ne accelera la maturazione, mentre l'azoto, sempre necessario per la costruzione di nuovo materiale, rallenta la maturazione. Sono necessarie anche ampie disponibilità di potassio (alcune teorie dicono che un eccesso di potassio potrebbe diminuire la produzione di THC, ma sicuramente una sua carenza provocherebbe danni anche gravi a tutta la pianta, con una grossa diminuzione della resa). Non utilizzare alcun fertilizzante nelle ultime 2-3 settimane di maturazione delle infiorescenze: ne risentiranno fortemente l'aroma ed il sapore delle stesse. (Nella coltivazione idroponica si dovrà usare un fertilizzante specifico -coi valori di EC della soluzione nutritiva non superiori a 1.5 -1.8 -fino a due o tre giorni prima del raccolto, e solo acqua fino al raccolto).

Per evitare di usare (relativamente) grosse quantità di nutrimenti aggiunti, sarà molto meglio, con un rinvaso in contenitori più grandi, fornire alle piante all'inizio della fioritura (subito dopo la determinazione del sesso), almeno lO litri in più di terriccio preparato e ricco di nutrimenti organici (vedi cap. "terreno").

L'umidità relativa dell'aria dovrà cambiare, essendo necessario per una rapida e sana formazione di fiori un clima secco: un massimo del 50-60% ed un ricambio ed una ventilazione continui (in molti casi sarànno necessari anche di notte) eviteranno la formazione di muffe e molte infestazioni da parassiti. La temperatura dell'aria potrà essere leggermente superiore che in fase di crescita vegetativa durante il giorno. Al contrario, di "notte"sarà bene sia decisamente inferiore (fra i 10 e i 15 gradi). In natura sembra che le notti fredde, associate a giornate tiepide e soleggiate, con aria secca, stimolino le piante ad aumentare la produzione di resina.

Le ditte produttrici di semi di cannabis ci dicono che la maggior parte delle varietà adattate per la crescita indoor hanno tempi di fioritura e maturazione fra le 6 e le lO settimane; questo é un periodo di tempo ideale per una maturazione commerciale. Per una maturazione completa delle infiorescenze, fino alla caduta dei pistilli e all'ingrossamento dei calici, in genere occorrono almeno 2 settimane in più del tempo consigliato.

La canapa é una pianta dioica, ciò significa che ci sono individui maschi e individui femmine, che porteranno rispettivamente fiori maschili e fiori femminili. Talvolta si incontrano individui ermafroditi (più spesso nelle coltivazioni indoor).

Il primo segno della fioritura della canapa é l'apparizione, sulla parte superiore delle piante, di fiori allo stato embrionale, indifferenziati, sullo stelo principale, all'intersezione diquesto con le foglie, dietro alla stipola.

NelIo stadio preflorale il sesso della canapa é irriconoscibile (non credete a chi pensa di poter riconoscere una pianta maschio da una femmina prima che su queste appaiano dei fiori!).

Quando appaiono, i fiori embrionali sono indifferenziati; ma presto quelli maschi potranno essere riconosciuti per la loro forma iniziale curva, e poco dopo appariranno come piccoli boccioli rotondi, appuntiti, con cinque scanalature, che sono uniti allo stelo per mezzi di un minuscolo gambo.

I fiori femminili sono riconoscibili dall'ingrossamento dell'embrione, che diventerà un calice tubolare, a punta, da cui spunteranno presto due pistilli bianchi, a volte gialli, rosa o rossi.

Questi pistilli hanno la funzione di catturare il polline maschile, portato dal vento, per l'impollinazione dell'ovulo femminile che si trova dentro al calice. I pistilli sono fertili (possono "catturare" il polline maschile) finché sono bianchi. Quando diventano secchi e rossi, il fiore non può più essere impollinato.

Il calice si ricoprirà progressivamente di tricomi ghiandolari (in realtà é la fogliolina intorno al cali ce, brattea, a ricoprirsi di resina, ma per comodità in genere si usa il termine "calice" per intendere l'insieme del singolo fiore) e si formeranno, l'uno vicino all'altro, sempre più fiori.

Queste "infiorescenze" avranno tempi di maturazione diversi, a seconda della posizione sulla pianta, e quindi della possibilità di ricevere più o meno luce. Per essere sicuri del sesso delle piante bisogna attendere fino alla formazione dei primi fiori riconoscibili, dai 5 ai 20 giorni, a seconda del l'età e varietà delle piante. I primi fiori saranno nella parte superiore della pianta, sugli interno di appena al di sotto del ciuffo di foglioline apicali.

Senza l'intervento del l'uomo, alcuni giorni dopo la loro formazione, si apronoi i fiori delle piante maschili e vengono rilasciati milioni di grani di polline che, trasportato dalle correnti d'aria (il polline di cannabis può volare per decine di chilometri!), andrà ad attaccarsi ai pistilli che escono dai fiori femminili, rendendo questi ultimi fertili. Se si vuole una produzione di "sinsemilla" bisogna quindi eliminare i maschi prima che i fiori maschili si aprano.

Dal momento della fertilizzazione nel calice femminile comincia a formarsi il seme e si ha la caduta dei pistilli; al seme occorrono dai 20 ai 40 giorni per maturare, e alla fine il calice si apre completamente e il seme cade sul terreno.

Il sesso delle piante é determinato genetica mente, ma durante la crescita possono verificarsi condizioni che favoriscono la decisione delle piante di diventare maschi o femmine. Si leggono tante teorie, spesso contrastanti, per stiulolare questa "decisione". Le variabili possono essere tante; ad esempio se aumento la temperatura, aumenterà anche l'evapotraspirazione, ci sarà una maggiore umidità dell'aria ma la terra seccherà prima e ci sarà più bisogno di acqua. Al contrario se diminuisco la temperatura la terra rimarrà bagnata più a lungo e per certi terricci (ma non tutti) il PH tenderà a diventare acido. Per esperienza posso affermare che più le piante stanno bene, meno stress hanno ricevuto, più si avvicinano all'ottimale le condizioni ambientali, e più probabilità ci saranno di avere piante femmine; ogni problema nella crescita e nell'ambiente favorirà la decisione delle piante di diventare maschi (per esperienza ripetuta negli anni posso anche affermare che un aumento della disponibilità di azoto prima della fioritura accresce la percentuale di femmine; ma ritarda la formazione dei fiori, favorendo l'accrescimento della pianta, entrambi fattori indesiderabili per la coltivazione in interni).

Ricordiamo che una percentuale di maschi leggermente superiore alle femmine é normale, e che, visto che nella maggior parte dei casi si lavora con un numero di piante limitato, si può anche essere semplicemente sfortunati. Percentuali di maschi fino ad oltre il 60% non significano necessariamente che si é sbagliato qualcosa.

Sicuramente l'etilene, gas prodotto dalla combustione o dalla fermentazione dei vegetali stimola la formazione di fiori femminili e a volte ne accelera la maturazione (a volte la impedisce!), ma non é una buona idea accendere un fuoco o introdurre vegetali marci e con formazione di muffe nella nostra piantagione.

Il ritmo di luce e buio di 12/12 ore si potrà mantenere invariato fino alla raccolta. Se si ha necessità di una più rapida maturazione (ad es. nel caso di presenza di parassiti, o per ragioni personali) si possono aumentare a 14 le ore di oscurità, dopo almeno il primo mese di fioritura: le infiorescenze saranno pronte fino a due settimane prima, ma il raccolto finale sarà di quantità decisamente inferiore.

Dopo 5-20 giorni dal cambio del ritmo luce/buio (da 18/6 a 12/12), a seconda dell'età e della varietà delle piante, queste entreranno in fioritura (che si potrà prolungare per 6-12 settimane, a seconda della varietà e dei gusti personali del coltivatore).

A questo punto, se le piante sono nate da semi, si potranno riconoscere ed eliminare i maschi, per avere un raccolto di "sinsemilla". Le femmine rimaste potranno essere trapiantate in vasi più grandi, che contengano circa lO litri in più di terriccio (un quantitativo maggiore permetterebbe alle piante di crescere spesso esageratamente rispetto alle possibilità dell'ambiente; nella maggior parte dei casi si utilizzano vasi più piccoli, ma bisognerà poi fornire alle piante in fioritura molto più fertilizzante, che nelle ultime fasi di vita delle piante potrebbe modificarne pesantemente il gusto.)

Durante la fioritura é importante che l'oscurità sia assoluta (non ci devono assolutamente essere infiltrazioni di luce o "visite" alla piantagione in queste ore, nemmeno per pochi secondi e con luce molto bassa). In caso contrario le piante potranno rallentare o interrompere la fioritura e mostrare fenomeni di ermafroditismo.

Se provenienti da seme, é consigliabile mantenere le piante in fase vegetativa per almeno 6-7 settimane dall'emergenza dei germogli dal terreno, perché se troppo giovani faticheranno a fiorire (e si allungheranno esageratamente). Se provenienti da talea, ed essendo quindi comunque parti di pianta adulta, potranno essere poste in fioritura in qualunque momento dopo la formazione delle radici; In genere si lasciano crescere per circa un mese per avere delle piante di dimensioni decenti.

maturazionefiori

back to canapa

Configure this box!

  1. Login in
  2. Click here: snipsnap-portlet-1
  3. Edit this box
Help
For hints about formatting text see snipsnap-help.

Logged in Users: (0)
… and a Guest.



< June 2010 > (Fioritura)
SunMonTueWedThuFriSat
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Blogrolling:
>>Langreiter
>>Earl
>>henso
>>Java Blogs
>>Rickard

XHTML 1.0 validated
CSS validated
RSS 2.0 validated
RSS Feed

Powered by SnipSnap 1.0b2-uttoxeter


15px-Copyleft.svg>>punkabbestia