blog.punkabbestia.com
[ start | index | login or register ]
start > canapa > Ibridazione -creazione di nuove varieta
IBRIDAZIONE CREAZIONE NUOVE VARIETÀ

Se per ottenere una nuova generazione di piante si utilizzano due genitori (Pl) dalle caratteristiche (e quindi dal corredo cromosomico) molto simili, il risultante si chiamerà incrocio. Se invece le caratteristiche dei genitori sono diverse, si otterrà un ibrido.

Avendo un corredo di cromosomi diversi, nella generazione successiva si avrà un prevalere dei caratteri più forti, che generalmente sono quelli che esprimono una migliore possibilità di sopravvivenza delle piante (caratteri dominanti). Questo significa che le nuove piante, nella maggioranza delle combinazioni genetiche (degli incroci ibridi), si dimostreranno più grandi, più resistenti, più rapide nella crescita e in generale più produttive dei genitori di partenza, e uniformi nei tratti e nel comportamento.

Queste caratteristiche, vantaggiose in genere per ogni specie vegetale, vengono dette "vigore ibrido". Il vigore ibrido viene utilizzato per la maggior parte dei semi dei vegetali in commercio (ibridi Fl: di prima generazione), perché vantaggioso per l'agricoltore (rese più alte e uniformità di individui), e anche per le ditte produttrici del seme, perché il "vigore ibrido" é presente solo nella prima generazione e l'agricoltore, per riavere lo stesso raccolto, dovrà comprare nuovamente le sementi.

Nella seconda generazione (F2), incrociando fra di loro gli ibridi della prima, si ha, oltre alla perdita del vigore ibrido, una grande differenziazione delle nuove piante, con il manifestarsi di caratteri rimasti nascosti in precedenza (caratteri recessivi) e, per un rimescolamento dei geni, la possibilità che appaiano tratti nuovi (come ad esempio una quantità estremamente alta, o estremamente bassa, di THC).

Un seme "ibrido" é affidabile solo per un anno, ma dal loro incrocio (degli ibridi di prima generazione) si può partire, tramite attenta selezione degli individui da incrociare, per la creazione di una varietà stabile, che abbia le qualità desiderate (devono essere state presenti in uno dei genitori di partenza, Pl), fissate si nel corredo cromosomico.

Una varietà stabile deve produrre uniformità di caratteri negli individui e mantenerla nelle generazioni seguenti. Se le scelte di individui da incrociare sono state corrette, si dovrebbe raggiungere questo risultato entro 56 generazioni. Naturalmente, più piante si possono avere per la selezione degli individui, soprattutto nella generazione F2, meglio é.

É consigliabile partire con due linee di ibridi nati dagli stessi genitori, e alla terza o quarta generazione incrociare individui selezionati di una linea con i migliori dell'altra e viceversa (le due linee sono necessarie quando si cerca di fissare più di un solo tratto genetico). Le caratteristiche desiderate potranno essere rese dominanti attraverso backcrossing con i genitori di partenza.

Raggiunto un "optimum", dopo qualche generazione qualsiasi nuova varietà comincerà a mostrare segni di "depressione", a cui si potrà ovviare sia ricorrendo al backcrossing, sia creando un nuovo ibrido.

Per un'esposizione dettagliata della applicazione dei principi della genetica, delle caratteristiche e della crescita della cannabis, si veda la "bibbia" di tutti i coltivatori: "Marijuana Botany", di R. C. Clarke (in inglese).

vigoreibrido
Ibrizazione_e_differenzazione
doppioibrido
back to canapa

Configure this box!

  1. Login in
  2. Click here: snipsnap-portlet-1
  3. Edit this box
Help
For hints about formatting text see snipsnap-help.

Logged in Users: (0)
… and a Guest.



< June 2010 > (Ibridazione -crea...)
SunMonTueWedThuFriSat
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Blogrolling:
>>Langreiter
>>Earl
>>henso
>>Java Blogs
>>Rickard

XHTML 1.0 validated
CSS validated
RSS 2.0 validated
RSS Feed

Powered by SnipSnap 1.0b2-uttoxeter


15px-Copyleft.svg>>punkabbestia